Natale e digestione: i consigli per godersi le feste

person Pubblicato da: Team Pharmaviva list In: Gli articoli di PHARMAviva.it

Natale e digestione: i consigli per godersi le feste

Con le festività dietro l’angolo, ad attenderci, insieme ai regali ed ai calorosi affetti, incombono le innumerevoli prelibatezze e leccornie le quali, inducendoci alle esagerazioni, minacciano la forma fisica e l’apparato gastrointestinale.

In pochi forse possono affermare di non aver mai avvertito, subito dopo i pasti abbondanti fatti di fritture e fette di panettone, sintomi vari quali pesantezza, nausea, bruciore di stomaco, reflusso gastrico, gonfiore, aerofagia e meteorismo; sintomi che sono segnali inequivocabili che qualcosa non sta andando bene, preannunciando cioè una cattiva digestione.

L’assunzione di grassi e zuccheri, non controllati nelle quantità, insieme ad una maggiore sedentarietà, rischiano pertanto di guastare forse il periodo più bello e festoso dell’anno.  

Questi fenomeni, sebbene in linea generale sono risolvibili nel giro di pochi giorni, non vanno comunque trascurati in quanto, a lungo andare potrebbero compromettere il nostro sistema digerente e portare a patologie più o meno gravi.

Ecco alcuni consigli pratici e di facile attuazione:

o   Seguire i ritmi circadiani: cenare prima delle 20:00 o comunque non troppo tardi, in modo tale da avere sufficiente tempo per aspettare qualche ora prima di andare a dormire. In questo modo andremo a dormire con la digestione avvenuta, evitando la formazione di gas nello stomaco;

o   non assumere troppi liquidi, soprattutto alcolici e bevande zuccherine o ricche di gas durante i pasti, mangiare lentamente e con una masticazione adeguata.;

o   preferire alle fritture dei metodi di cottura più salutari;

o   provare a fare, magari invogliati dai più piccoli, delle lunghe passeggiate, utili anche per visitare i presepi e fare shopping. Così facendo, oltre a bruciare in parte le calorie ingerite, faciliteremo il processo digestivo;

 

Tanti e di facile reperibilità sono poi i cosiddetti rimedi naturali:

·        La frutta: grazie al suo ricco contenuto in fibre ci può aiutare a digerire i pasti più abbondanti. Un consiglio è quello di mangiare frutta tra un pasto e l’altro così da non arrivare particolarmente affamati ai pasti principali;

·        il carciofo: è alimento ipo-colesterolemizzante, inibisce infatti la biosintesi del colesterolo ed è utilizzato, per il suo sapore amaro, in caso di nausea, vomito e intossicazione;

·        lo zenzero: una pianta erbacea di origine asiatica, utile per alleviare alcuni sintomi gastrointestinali, come gonfiore e nausea, e molto amato in cucina per il suo particolare gusto piccante;

·        tisane e camomille o, in alternativa, anche un bicchiere di acqua con un paio di cucchiai di succo di limone per coadiuvare la digestione.

 

Anche alcuni prodotti, da richiedere, previa consultazione medica, al vostro farmacista di fiducia, possono essere indicati come soluzioni terapeutiche:

§     I procinetici: sono farmaci che aiutano e stimolano la motilità intestinale. I principali sono quelli a base di domperidone, come ad esempio il Peridon;

§     gli antiacidi: i quali, come facilmente deducibile dal nome, sono utili per contrastare l’iperacidità gastrica. Tra i più utilizzati vi sono senza dubbio i prodotti a base di idrossido di magnesio e idrossido di alluminio, come il Maalox. Questi prodotti contrastano il bruciore di stomaco in maniera rapida e temporanea;

§     gli integratori composti da acido ialuronico e condroitina, per la protezione della mucosa gastro-esofagea.

§     gli integratori a base di carbone vegetale ed estratti vegetali: generalmente si preferiscono integratori o preparati a base di erbe quali il finocchio, la liquirizia o la cascara. Un valido aiuto, tra i prodotti di questa tipologia, è dato dalla linea ESI Le Dieci Erbe, presente sul mercato con diverse formulazioni, capaci di far fronte ai differenti disturbi gastrointestinali.

Esistono poi farmaci per quei casi frequenti e/o cronici di mal digestione o meteorismo. In questo caso è fondamentale il parere medico per consigliare una adeguata terapia farmacologica.

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre